Variabili e costanti

In PHP le variabili sono contenitori d’informazioni. Esse hanno un nome e un valore e sono utilizzate spesso per memorizzare informazioni che un utente inserisce in un modulo o dati recuperati da un database. I nomi di variabili in PHP iniziano con un simbolo di dollaro ($). I nomi possono avere una lunghezza qualsiasi e possono contenere lettere, numeri o stringhe di caratteri : il primo carattere non può essere un numero.

//questa è una variabile
$sito = "www.miosito.com";

PHP distingue tra maiuscolo e minuscolo, quindi ad esempio, SITO e sito sono due variabili diverse.
Una stringa di caratteri possono essere racchiuse tra virgolette semplici e doppie, gestite in modo diverso. Le stringhe tra virgolette singole vengono memorizzate letteralmente, mentre in quelle con virgolette doppie le variabili e alcuni caratteri speciali vengono calcolati prima della memorizzazione della stringa.

$nome = "Luca";
// stringa con apici singoli
$string_1 = 'il mio nome è $nome';
// stringa con apici doppi
$string_2 = "il mio nome è $nome";
//output
// string1 restituisce 'il mio nome è $nome';
// string2 restituisce 'il mio nome è Luca';

Provate lo script su un browser e capirete subito la differenza.

Passiamo ora ad analizzare l’elemento costante. Si tratta di un oggetto simile alla variabile, con la differenza che non è possibile modificarne il valore.

Alle costanti viene assegnato un nome e un valore. Il nome può contenere lettere, numeri e caratteri di sottolineatura, ma non possono iniziare con un numero. PHP distingue tra lettere maiuscole e minuscole, per convenzione i nomi di costanti sono tutti maiuscoli, sebbene PHP non lo richieda.

Si crea una costante e si assegna ad essa un valore con una dichiarazione define , come di seguito:

define('SITO', 'Web Fool');
// output
echo SITO;
// restituisce 'Web Fool';

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *